.
Annunci online

 
ProfessorWoland 
Archivio storico di politica, satira, racconti e diari di un annetto difficile
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Login Lacedonia
eCarta
  cerca

LA MIA RUBRICA DI APPUNTI
DI SCRITTURA CREATIVA:

"A portata di penna"
(ogni 2 giovedi fino a maggio 2013) 

ImagesTime.com - Free Images Hosting

I MIEI ARTICOLI:

* Tecniche di narrazione

* Riscrittura

* Recensione di "Italia Annozero"

 * Recensione di "Il viaggio dell'Eroe"
(parte 1)

* Recensione di "Il viaggio dell'Eroe"
(parte 2)

*  Daniele Luttazzi: Preparazione H e cinti erniari per principianti

* Daniele Luttazzi: Mentana a Elm Street

CLICCATE QUI
per scaricare la lettera a/r da
mandare alla vostra parrocchia
PER SBATTEZZARVI!

 


 

diario |
 
Diario
434500visite.

30 settembre 2009

Graham Chapman e i Monty Pythons - part 2/2

Il 4 ottobre 1989 Graham Chapman morì di cancro alla gola.
Il 5 ottobre sarebbe stato il ventesimo anniversario dei Monty Pythons. Terry Jones commentò che fu "il peggior caso di buca a una festa che abbia mai visto. Morire proprio quel giorno davvero di pessimo gusto da parte sua".

Ci fu il funerale ufficiale, al quale i Pythons preferirono non partecipare, per lasciare alla famiglia di Graham un po' di intimità. Due mesi dopo, organizzarono un ricevimento privato per ricordarlo.
Non fu la solita cerimonia con frasi di circostanza e sfoggio di dolore a buon mercato. Fu un atto di coraggio, un esempio di satira applicato alla realtà: il che è molto più difficile, ma è anche l'unico modo di onorare una persona che alla satira ha dedicato la vita.
Il senso di questo mio racconto è tutto in
questo estratto (l'unico disponibile) di quella cerimonia. C'è un pezzo di intervento di John Cleese, un pezzo di quello di Micheal Palin, e la grande, grandissima chiusura di Eric Idle.
I momenti in cui le voci si inceppano, per la commozione, sono i momenti in cui capisco meglio cosa vuol dire salutare una persona che non c'è più.

Le prime parole di Cleese vi ricordano qualcosa? (qui il testo completo in inglese) E' il pezzo dello sketch del pappagallo morto, che vi ho linkato ieri. L'intervento poi prosegue ed è poesia pura.
Ed Eric Idle che inizia una canzone, coinvolgendo poi tutti gli astanti? La canzone è "
always look on the bright side of life" (che vi ho linkato ieri), che un Idle più giovane cantava sulla croce a un Brian-Chapman crocefisso, coinvolgendo poi tutti gli altri crocefissi, per tirargli su il morale negli ultimi istanti di vita.

Le ceneri di Chapman sono state disperse al vento in Galles dal suo compagno di sempre, David Sherlock.


L'INTERVENTO DI JOHN CLEESE ALLA CERIMONIA FUNEBRE DI GRAHAM CHAPMAN:

Graham Chapman, co-autore dello sketch del pappagallo morto, non è più.

Ha cessato di esistere, privo di vita, riposa in pace, è spirato, ritornato polvere, ha esalato l'ultimo respiro, ed è andato a incontrare il Grande Capo dell'Intrattenimento Leggero nel cielo, e immagino che quello che stiamo tutti pensando è quanto sia triste che un uomo di tale talento, capacità, generosità e intelligenza debba essersene andato a soli 48 anni, prima di aver raggiunto molte delle cose di cui era capace... prima di essersi abbastanza divertito.

Beh, sento che dovrei dire "Chissenefrega. Meno male che se n'è andato, questo bastardo. Spero che bruci all'inferno".

E il motivo per cui penso che dovrei dire questo è che lui non mi perdonerebbe mai se non lo facessi, se perdessi questa occasione di scandalizzarvi tutti da parte sua. Qualsiasi cosa per lui, tranne inutile "buongusto". Ieri sera, mentre scrivevo questo pezzo, lo sentivo bisbigliare nel mio orecchio:
"Ok, Cleese, sei molto fiero di essere la primissima persona ad aver detto 'merda' nella tv inglese. Se questa cermonia è davvero per me, tanto per cominciare, voglio che tu sia la prima persona in una cerimonia funebre a dire la parola 'fottere'!"

Ma vedete, il problema è che non ce la faccio. Se fosse con me adesso, probabilmente avrei il coraggio, perché lui me ne dava sempre. Ma la verità è che non ho lo spirito che aveva lui. Quindi mi devo accontentare.

Il discorso continua per un po', per poi finire così (riferendosi a uno dei tanti exploit di Chapman):

E' incredibile, non è vero? Vedete, la cosa bella di scandalizzare la gente... non è farla arrabbiare, secondo me. E' che dona agli altri una momentanea gioia di liberazione, perché abbiamo capito in quel momento che le regole sociali che così terribilmente costringono la nostra vita, in fin dei conti, non sono così importanti.

Gray non potrà più fare questo per noi. Se n'è andato. E' un ex-Chapman. Tutto quello che abbiamo di lui, adesso, sono i ricordi. Ma è solo questione di tempo prima che sbiadiscano.

... no. Non sbiadiscono.

sfoglia
       ottobre