.
Annunci online

 
ProfessorWoland 
Archivio storico di politica, satira, racconti e diari di un annetto difficile
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Login Lacedonia
eCarta
  cerca

LA MIA RUBRICA DI APPUNTI
DI SCRITTURA CREATIVA:

"A portata di penna"
(ogni 2 giovedi fino a maggio 2013) 

ImagesTime.com - Free Images Hosting

I MIEI ARTICOLI:

* Tecniche di narrazione

* Riscrittura

* Recensione di "Italia Annozero"

 * Recensione di "Il viaggio dell'Eroe"
(parte 1)

* Recensione di "Il viaggio dell'Eroe"
(parte 2)

*  Daniele Luttazzi: Preparazione H e cinti erniari per principianti

* Daniele Luttazzi: Mentana a Elm Street

CLICCATE QUI
per scaricare la lettera a/r da
mandare alla vostra parrocchia
PER SBATTEZZARVI!

 


 

diario |
 
Diario
1visite.

24 novembre 2009

Berlusconi-Pd: il "comico" e la "spalla" alla conquista dello Stato! (ovvero tutte le malefatte del Cavaliere)

Credo sia ora di dirlo senza mezzi termini: il Pd e Berlusconi giocano allo stesso gioco.
Non è vero, come dicono molti, che sono la stessa cosa. Berlusconi e Pd sono come Totò e Peppino. Non erano la stessa cosa: Totò era il comico, Peppino la spalla. Narrativamente, due personaggi diversissimi. Però accomunati da un unico scopo: quello di interagire perfettamente per far ridere il pubblico.

Una volta compreso il meccanismo comico-spalla, non ci stupiamo più di niente. Per esempio, che il Pd abbia indetto una serie di manifestazioni per il weekend successivo al 5 dicembre. "COOOSA?" Penserete voi. "C'è una grande manifestazione nazionale contro Berlusconi il 5 dicembre, e il Pd non partecipa, ma convoca la sua il weekend successivo?". Esatto. Avete capito bene.
Voi direte: "sarà una manifestazione contro Berlusconi?" No, non lo sarà. Lo slogan della manifestazione sarà "sempre i problemi suoi, mai i problemi nostri".

Come se i problemi nostri non fossero una diretta conseguenza dei problemi suoi!!

Infatti lo slogan giusto sarebbe: "sempre visibilità a Di Pietro, mai visibilità a noi".
Che tristezza. Nello slogan stesso c'è scritta due volte la parola "problemi". Ormai lo sa anche il mio cane che i politici non si devono esprimere in termini di "problemi", ma di "battaglie", di "sfide", eccetera.

Ecco inaugurata la stagione di Bersani. In perfetto stile D'Alema, in peggior stile Veltroni.
Allora mi viene un'idea: perché non fare un no-Pd day? Tanto cosa abbiamo da perdere? L'unità dell'opposizione? L'abbiamo già persa, per colpa loro, che indicono una manifestazione una settimana dopo la nostra.
Per me, chi minimizza i problemi di Berlusconi è un nemico. Chi non si riconosce il pericolo democratico è un ingenuo o un complice. Il Pd è complice. La spalla di un criminale si chiama così.

Allora parliamone un attimo, dei problemi di Berlusconi. Qui pare che ogni volta dobbiamo ricominciare dall'ABC.
In primo luogo, guardate
questo video: dura 3 minuti, è un riassunto dei processi di Berlusconi. Quelli su cui il Pd non dice una parola.
Dopodiché, benedico il Cielo perché qualcuno si è preso la briga di fare una scheda con le 18 leggi "ad personam" che Berlusconi si è fatto negli ultimi 8 anni.
Non ve la linko, ve la copio-incollo. Perché, fra 50 anni, si dovrà poter dire che questo blog ha portato impresso a caratteri di fuoco questa lista di leggi criminali, quando non direttamente eversive.

1 Legge n. 367/2001. Rogatorie internazionali.
Limita l'utilizzabilità delle prove acquisite attraverso una rogatoria. La nuova disciplina ha lo scopo di coprire i movimenti illeciti sui conti svizzeri effettuati da Cesare Previti e Renato Squillante, al centro del processo "Sme-Ariosto 1" (corruzione in atti giudiziari).

2 Legge n. 383/2001 (cosiddetta "Tremonti bis").
Abolizione dell'imposta su successioni e donazioni per grandi patrimoni. (Il governo dell'Ulivo l'aveva abolita per patrimoni fino a 350 milioni di lire).

3 Legge n.61/2001 (Riforma del diritto societario).
Depenalizzazione del falso in bilancio. La nuova disciplina del falso in bilancio consente a Berlusconi di essere assolto perché "il fatto non è più previsto dalla legge come reato" nei processi "All Iberian 2" e "Sme-Ariosto2".

4 Legge 248/2002 (cosiddetta "legge Cirami sul legittimo sospetto").
Introduce il "legittimo sospetto" sull'imparzialità del giudice, quale causa di ricusazione e trasferimento del processo ("In ogni stato e grado del processo di merito, quando gravi situazioni locali, tali da turbare lo svolgimento del processo e non altrimenti eliminabili, pregiudicano la libera determinazione delle persone che partecipano al processo ovvero la sicurezza o l'incolumità pubblica, o determinano motivi di legittimo sospetto, la Corte di cassazione, su richiesta motivata del procuratore generale presso la Corte di appello o del pubblico ministero presso il giudice che procede o dell'imputato, rimette il processo ad altro giudice"). La norma è sistematicamente invocata dagli avvocati di Berlusconi e Previti nei processi che li vedono imputati. 
 
5 Decreto legge n. 282/2002 (cosiddetto "decreto salva-calcio").
Introduce una norma che consente alle società sportive (tra cui il Milan) di diluire le svalutazioni dei giocatori sui bilanci in un arco di dieci anni, con importanti benefici economici in termini fiscali.

6 Legge n. 289/2002 (Legge finanziaria 2003).
Condono fiscale. A beneficiare del condono "tombale" anche le imprese del gruppo Mediaset.

7 Legge n.140/2003 (cosiddetto "Lodo Schifani").
E' il primo tentativo per rendere immune Silvio Berlusconi. Introduce ildivieto di sottomissione a processi delle cinque più altre cariche dello Stato (presidenti della Repubblica, della Corte Costituzionale, del Senato, della Camera, del Consiglio). La legge è dichiarata incostituzionale dalla sentenza della Consulta n. 13 del 2004.

8 Decreto-legge n.352/2003 (cosiddetto "Decreto-salva Rete 4").
Introduce una norma ad hoc per consentire a rete 4 di continuare a trasmettere in analogico.

9 Legge n.350/2003 (Finanziaria 2004). Legge 311/2004 (Finanziaria 2005).
Nelle norme sul digitale terrestre, è introdotto un incentivo statale all'acquisto di decoder. A beneficiare in forma prevalente dell'incentivo è la società Solari. com, il principale distributore in Italia dei decoder digitali Amstrad del tipo "Mhp". La società controllata al 51 per cento da Paolo e Alessia Berlusconi.

10 Legge 112/2004 (cosiddetta "Legge Gasparri").
Riordino del sistema radiotelevisivo e delle comunicazioni. Introduce il Sistema integrato delle comunicazioni. Scriverà il capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi: "Il sistema integrato delle comunicazioni (Sic) - assunto dalla legge in esame come base di riferimento per il calcolo dei ricavi dei singoli operatori di comunicazione - potrebbe consentire, a causa della sua dimensione, a chi ne detenga il 20% di disporre di strumenti di comunicazione in misura tale da dar luogo alla formazione di posizioni dominanti".

11 Legge n.308/2004. Estensione del condono edilizio alle aree protette.
Nella scia del condono edilizio introdotto dal decreto legge n. 269/2003, la nuova disciplina ammette le zone protette tra le aree condonabili. E quindi anche alle aree di Villa Certosa di proprietà della famiglia Berlusconi.

12 Legge n. 251/2005 (cosiddetta "ex Cirielli").
Introduce una riduzione dei termini di prescrizione. La norma consente l'estinzione per prescrizione dei reati di corruzione in atti giudiziari e falso in bilancio nei processi "Lodo Mondadori", "Lentini", "Diritti tv Mediaset".

13 Decreto legislativo n. 252 del 2005 (Testo unico della previdenza complementare).
Nella scia della riforma della previdenza complementare, si inseriscono norme che favoriscono fiscalmente la previdenza integrativa individuale, a beneficio anche della società assicurative di proprietà della famiglia Berlusconi.

14 Legge 46/2006 (cosiddetta "legge Pecorella").
Introduce l'inappellabilità da parte del pubblico ministero per le sole sentenze di proscioglimento. La Corte Costituzionale la dichiara parzialmente incostituzionale con la sentenza n. 26 del 2007.

15 Legge n.124/2008 (cosiddetto "lodo Alfano").
Ripropone i contenuti del "lodo Schifani". Sospende il processo penale per le alte cariche dello Stato. La nuova disciplina è emenata poco prima delle ultime udienze del processo per corruzione dell'avvocato inglese Davis Mills (testimone corrotto), in cui Berlusconi (corruttore) è coimputato. Mills sarà condannato in primo grado e in appello a quattro anni e sei mesi di carcere. La Consulta, sentenza n. 262 del 2009, dichiara l'illegittimità costituzionale dell'art. 1 della legge per violazione degli articoli 3 e 138 della Costituzione.

16 Decreto legge n. 185/2008.
Aumentata dal 10 al 20 per cento l'IVA sulla pay tv "Sky Italia", il principale competitore privato del gruppo Mediaset.

17 Aumento dal 10 al 20 per cento della quota di azione proprie che ogni società può acquistare e detenere in portafoglio.
La disposizione è stata immediatamente utilizzata dalla Fininvest per aumentare il controllo su Mediaset.

18 Disegno di legge sul "processo breve".
Per l'imputato incensurato, il processo non può durare più di sei anni (due anni per grado e due anni per il giudizio di legittimità). Una norma transitoria applica le nuove norme anche i processi di primo grado in corso. Berlusconi ne beneficerebbe nei processi per corruzione in atti giudiziari dell'avvocato David Mills e per reati societari nella compravendita di diritti tv Mediaset.
(proprio oggi, questo ddl è al vaglio del Senato! Vediamo come va a finire, NdR)

Il link comunque è qui.
Dov'era il Pd in tutti questi anni? Era lì. Faceva da spalla. Come adesso. E' anche contro di loro che dobbiamo lottare, ormai mi sembra chiaro.

L'immenso Stefano Disegni ieri ha fatto questa striscia. Dice tutto quello che ho detto io in questo lungo post, ma meglio, e facendo ridere.

sfoglia
ottobre        dicembre