.
Annunci online

 
ProfessorWoland 
Archivio storico di politica, satira, racconti e diari di un annetto difficile
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Login Lacedonia
eCarta
  cerca

LA MIA RUBRICA DI APPUNTI
DI SCRITTURA CREATIVA:

"A portata di penna"
(ogni 2 giovedi fino a maggio 2013) 

ImagesTime.com - Free Images Hosting

I MIEI ARTICOLI:

* Tecniche di narrazione

* Riscrittura

* Recensione di "Italia Annozero"

 * Recensione di "Il viaggio dell'Eroe"
(parte 1)

* Recensione di "Il viaggio dell'Eroe"
(parte 2)

*  Daniele Luttazzi: Preparazione H e cinti erniari per principianti

* Daniele Luttazzi: Mentana a Elm Street

CLICCATE QUI
per scaricare la lettera a/r da
mandare alla vostra parrocchia
PER SBATTEZZARVI!

 


 

diario |
 
Diario
429363visite.

30 novembre 2009

Custode della Costituzione?

Oggi vorrei condivere con voi un pensiero talmente piccolo che mi sento ingenuo ogni volta che lo formulo: ma il Presidente della Repubblica è o non è il custode della Costituzione?
La risposta sarebbe fin troppo evidente: sì. E' scritto nella Costituzione stessa, ed è proprio la Costituzione a dare il potere al Presidente della Repubblica, per cui tutto torna.
Allora si pone un dilemma: se, per puro caso, in Italia si insediasse un governo anticostituzionale (perché eversivo, perché fuorilegge, perché in conflitto di interessi, oltre che incapace), non sarebbe compito del Presidente della Repubblica fermarlo?

Evidentemente no. Da quando si è insediato, Napolitano ha firmato tutto senza mai fare un fiato. Ma questa non è il peggio. La cosa peggiore è che, ogni volta che parla, Napolitano invita ad "abbassare i toni".
L'unica presa di posizione netta l'ha avuta contro il Ponte sullo Stretto, in favore delle ricostruzioni a Messina e della messa in sicurezza degli edifici.
Per carità, meno male che l'ha fatto, ma perché mai una parola sulle leggi anticostituzionali? Mai una parola sui rapporti fra Stato e mafia? Mai una legge respinta? Perché si è accodato anche lui alla baggianata che siccome il potere è stato eletto, allora è al di sopra della legge?

Perché, molto spesso, l'equilibrio di Stato e la Costituzione dicono due cose opposte.
L'equilibrio di Stato dice: "modera i toni, sennò qui succede un casino grosso, la situazione potrebbe sfuggire di mano a tutti".
La Costituzione dice: "ferma Berlusconi a tutti i costi! Esisto apposta per evitare che torni il fascismo!!!"

Ecco, vorrei rendere noto a tutti che io sto dalla parte della Costituzione. E che mi sembra che Napolitano stia dalla parte dell'equilibrio di Stato.
Però ricordiamocelo sempre che, facendo così, Napolitano sta tradendo il suo giuramento. Lui ha giurato sulla Costituzione. E sta
assistendo impassibile a chi gli sta strappando una pagina dopo l'altra.

Guardate cosa ho trovato su youtube. Qualche frase di Napolitano a confronto con qualche frase di Pertini. Pertini fa venire la pelle d'oca. Napolitano fa venire l'orticaria.

Quando saremo in pieno fascismo, la situazione sarà più equilibrata che mai. Quindi Napolitano sarà contento. Eppure scommetto che la notte non dormirà sereno.

sfoglia
ottobre        dicembre