.
Annunci online

 
ProfessorWoland 
Archivio storico di politica, satira, racconti e diari di un annetto difficile
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Login Lacedonia
eCarta
  cerca

LA MIA RUBRICA DI APPUNTI
DI SCRITTURA CREATIVA:

"A portata di penna"
(ogni 2 giovedi fino a maggio 2013) 

ImagesTime.com - Free Images Hosting

I MIEI ARTICOLI:

* Tecniche di narrazione

* Riscrittura

* Recensione di "Italia Annozero"

 * Recensione di "Il viaggio dell'Eroe"
(parte 1)

* Recensione di "Il viaggio dell'Eroe"
(parte 2)

*  Daniele Luttazzi: Preparazione H e cinti erniari per principianti

* Daniele Luttazzi: Mentana a Elm Street

CLICCATE QUI
per scaricare la lettera a/r da
mandare alla vostra parrocchia
PER SBATTEZZARVI!

 


 

diario |
 
Diario
1visite.

13 settembre 2010

Arbitri comunisti

Ha ragione Berlusconi.
Il suo Milan stellare, fresco fresco dell'arrivo di Ibrahimovic e Robinho, uno scherzetto da 42 milioni (18 per Robinho e 24 per Ibra, che ha pure sbagliato un rigore) col quale B. si voleva fare la campagna elettorale, ha perso malamente in casa del piccolo Cesena.

Berlusconi, che ormai delira come un vecchio pazzo in demenza senile, dà la colpa agli
arbitri di sinistra che danneggiano il suo Milan.
Eppure, ripeto, ha ragione lui. Sapete come si chiama l'arbitro che ha diretto Cesena-Milan? Carmine Russo. RUSSO! E' comunista per definizione! E il suo primo assistente? Elenito DI LIBERATORE! Il primo, un riferimento alla Grande Madre Russia Sovietica; il secondo, un riferimento alla Resistenza e alla Liberazione dal nazifascismo.
Non è possibile affidare a due arbitri così smaccatamente di sinistra la gestione di una partita che coinvolge il Milan di Berlusconi.

Non solo ha ragione lui, ma vorrei estendere il ragionamento.
Io sono della Roma, e sabato sera ho assistito esterrefatto e attonito alla mia squadra prenderne cinque dal Cagliari, con pezzi di pizza mezzi masticati che mi cadevano dalla bocca. L'abitro ha assegnato un rigore al Cagliari ed espulso un giocatore della Roma.
Ho letto in questa scelta, confermata poi dal risultato finale, una vergognosa parzialità dell'arbitro che, danneggiando la Roma in favore del Cagliari, ha voluto ricordare la lotta indipendentista meridionale dell'inizio del secolo, del Sud (e in specie la Sardegna) unita contro una Roma Ladrona ante litteram, lotta a cui partecipò, all'inizio della sua attività politica, financo Antonio Gramsci.
Un altro esempio di arbitri comunisti e di risultati falsati.

La Fiorentina ha perso a Lecce perché l'arbitro, da vero comunista sfegatato, ha visto del rosso nella maglia rossa e gialla del Lecce, e ha voluto favorire il colore della sua passione politica, il vecchio PCI, penalizzando il colore della Fiorentina, quel viola che, come la destra, non si porta a teatro.

Il Palermo ha perso a Brescia perché il nero della sua maglia rosa-nero ha generato nell'arbitro comunista memorie di quando sparava alle camicie nere durante la Resistenza etc etc etc.

Ha ragione Berlusconi, è un campionato falsato.

sfoglia
agosto        ottobre