.
Annunci online

 
ProfessorWoland 
Archivio storico di politica, satira, racconti e diari di un annetto difficile
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Login Lacedonia
eCarta
  cerca

LA MIA RUBRICA DI APPUNTI
DI SCRITTURA CREATIVA:

"A portata di penna"
(ogni 2 giovedi fino a maggio 2013) 

ImagesTime.com - Free Images Hosting

I MIEI ARTICOLI:

* Tecniche di narrazione

* Riscrittura

* Recensione di "Italia Annozero"

 * Recensione di "Il viaggio dell'Eroe"
(parte 1)

* Recensione di "Il viaggio dell'Eroe"
(parte 2)

*  Daniele Luttazzi: Preparazione H e cinti erniari per principianti

* Daniele Luttazzi: Mentana a Elm Street

CLICCATE QUI
per scaricare la lettera a/r da
mandare alla vostra parrocchia
PER SBATTEZZARVI!

 


 

diario |
 
Diario
1visite.

28 settembre 2010

Ha ragione Ahmadinejad

A quanto pare, Sakineh verrà impiccata per l'omicidio del marito.
Il procuratore generale iraniano ha parlato di "campagna di propaganda organizzata dall'Occidente". Curioso, è lo stesso argomento che usa Berlusconi quando viene attaccato dalla stampa europea.

Il processo è ancora in corso, ma già si sono mobilitati intellettuali, premi Nobel e semplici cittadini, per firmare petizioni, organizzare manifestazioni, chiedere a gran voce la sospensione dell'esecuzione di Sakineh.
Repubblica.it è tutta la mattina che ha questa come prima notizia, con titolone, foto, commenti e controcommenti, articoli, link, video. Una vera campagna di sensibilizzazione.

La stessa repubblica.it, qualche giorno fa, ha dedicato due righe in fondo alla pagina all'assassinio di Teresa Lewis.
Per lei nessun appello, nessun premio Nobel, eppure era una donna. Ritardata. E non aveva ucciso nessuno (complice di un omicidio; per i due sicari, ergastolo).

Allora è fin troppo facile per Ahmadinejad fare spallucce su Sakineh e dire "se è sbagliato, dovrebbe essere sbagliato ovunque. Perché negli USA è tutto OK, e in Iran no?". Ha ragione.
Quindi Sakineh verrà impiccata, con buona pace degli intellettuali, dei premi Nobel, dei semplici cittadini, di Obama, di Bob O'Donnell (il governatore della Virginia), e di tutto l'Occidente che non ha mosso un dito per salvare Teresa Lewis.

Troppo facile lanciare campagne di stampa contro l'Iran, che tanto tutti lo odiano perché si sta facendo la bomba atomica (e non perché sono una dittatura teocratica!), tanto per mettersi a pari con quei paesi che glielo vorrebbero impedire.
Perché non facciamo una campagna di stampa contro gli USA o la Cina per le LORO barbarie? Perché non ce lo possiamo permettere, sono partner commerciali troppo importanti. Il che dimostra, se mai ce ne fosse ancora bisogno, che per tutti questi difensori delle libertà civili dell'ultim'ora, i soldi valgono molto più della vita dei condannati.

sfoglia
agosto        ottobre