Blog: http://ProfessorWoland.ilcannocchiale.it

Tutto il meglio per il 2011, e per gli anni a venire

Ciao a tutti,
questo blog, così come è stato fino a oggi, smette di esistere.
Per tanto tempo mi sono domandato cosa avrebbe fatto Professor Woland da grande, e per troppo tempo non ho trovato una risposta. Del resto, non mi va più di continuare con i post in cui spiego come dovrebbe andare il mondo.
Serve una legge sull'eutanasia, l'ho detto.
Servono le primarie a sinistra, l'ho detto.
La Chiesa è un'impostura culturale e un'associazione a delinquere, l'ho detto.
Fare il narratore è difficile, tanto che il più delle volte ti passa la voglia, l'ho detto.
L'ho già detto, e mi annoio a ripetermi.
Quando ho aperto il blog, pensavo che al mondo fosse indispensabile il mio punto di vista, su qualsiasi questione ci riguardasse anche solo intellettualmente; e per i primi tempi, mi sono convinto che lo fosse davvero. Poi però ho iniziato a domandarmi dei "perché?", e mi sono risposto che il mio non è che uno dei tanti possibili punti di vista, che non possiede nessuna verità rivelata. Di conseguenza, una volta espresso, il resto è superfluo.

Professor Woland è il mio alter ego, come Fantozzi era per Paolo Villaggio, come Zanardi, Pentothal e Pompeo erano per Andrea Pazienza, quindi inevitabilmente le sue vicende seguono le mie. Questa sua sospensione a tempo indeterminato segue una mia fase di stallo artistica e lavorativa. Che finirà, anche se non so quando né come, e allora anche Professor Woland tornerà, in qualche forma nuova che attualmente non immagino.
Ho bisogno di ricomporre i pensieri, mettere insieme le idee, e probabilmente fare qualche passo indietro.

Esattamente un anno fa, il 31 dicembre 2009, ho scritto questo post con i miei auguri per l'anno nuovo. Mi piace ancora, quindi ve lo ripropongo anche per il 2011.
Buon anno, e grazie a tutti.

Pubblicato il 31/12/2010 alle 9.55 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web